........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Guida completa sul bonus facciate 2022 #adessonews #adessonews

Il Bonus Facciate è dato insieme alla Legge di Bilancio 2020 ed offre un’agevolazione fiscale per incentivare tutti quegli interventi edilizi che siano in grado di migliorare il decoro cittadino.

Questa detrazione infatti, era destinata a quelle opere effettuabili su facciate di edicifi già costruiti e che avrebbero migliorato di molto l’aspetto estetico delle nostre città e dei nostri borghi.

Con la Lagge di Bilancio 2022 è stato recentemente rinnovato. Grazie a questo rinnovo rientrato nel Bonus Casa permetterà di accedere a queste agevolazioni fino a fine anno. Tutto questo garantirà un’aliquota di molto ridotto rispetto a quanto lo era prima.

Non perdetevi la nostra guida completa che vi spiega tutti i dettagli del Bonus Facciate 2022 e vi aiuterà a comprendere che cosa potete fare e cosa no.

In cosa consiste il Bonus Facciate 2022

L’ultimo aggiornamento sul Bonus Facciate 2022 permette numerose nuove applicazioni rispetto alla precedente versione. Ad oggi infatti, tutte le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2021, beneficiavano di una detrazione d’imposta al 90%.

Queste detrazione era quella più elevata possibile rispetto al Superbonus 110%. Anche grazie alla semplicità con cui si può richiedere il Bonus Facciate e l’assenza di un limite di spesa, hanno reso questa agevolazione molto richiesta.

Ovviamente, la crescita esponenziale delle richieste di Bonus Facciate ha inasprito i controlli che hanno costretto il Governo ad istituire quello che oggi è chiamato Decreto Anti-Frode apposito.

Questi controlli potrebbero rendere possibile l’eliminazione di questa agevolazione a partire dal 1 gennaio 2022 proprio per l’enorme richiesta legata all’incentivo.

Cosa cambierà sul Bonus Casa nel 2022?

Precisiamo subito che il rinnovo della Legge di Bilancio 2022 ha ottenuto il proseguimento del Bonus Facciate e cosi di altri sgravi fiscali legati al Bonus Casa. L’incentivo legato alle facciate però è stato notevolmente modificato.

Dal 1 gennaio 2022 fino a fine anno, l’aliquota si ridurrà dal 90% fino al 60% per gli interventi sulle facciiate e terminerà il 1 gennaio 2023.

Ecobonus, Sismabonus, Bonus Ristrutturazioni ed anche il Bonus Verde sono invece stati rinnovati fino al 31 dicembre 2024. Perfino il Bonus Mobili è stato rinnovato fino al 2024 con un tetto di spesa che arriva a 10.000€ per tutto il 2022, fino a 5000€ per il 2023 e 2024.

Molto apprezzato invece è stato l’inserimento del Bonus Barriere Architettoniche 2022 che offre un’agevolezione sull’aliquota al 75% ed offre numerose opzioni attivabili proprio per abbattere barriere che spesso paiono incomprensibili ad oggi.

Il Superbonus 110% è stato invece rinnovato fino al 2025 ma non per tutti i soggetti ed in maniera indifferente.

Nuove regole dal 1 gennaio 2022 per il Bonus Facciate

Queste che seguono sono le nuove regole che sono entrate in vigore dal primo dell’anno sul Bonus Casa ma valgono solo nel caso si voglia usufruire della cessione del credito oppure dello sconto in fattura. Non valgono per la detrazione in maniera diretta.

Ecco le nuove regole:

  • Una sola cessione del credito “libera” in favore delle Banche, intermediari, imprese, fornitori o terzi;
  • Oltre alla cessione del credito libera, verranno consentite solo altre due cessioni in favore di banche, intermediari iscritti all’albo, società di gruppi bancari e imprese assicurative autorizzate;
  • In entrambi i casi sopra elencati non si potrà frazionare il credito;
  • Per ogni credito registrato, sarà generato un codice identificativo per il controllo completo dei flussi e dei soggetti in causa;
  • Il visto di conformità che assevera tutti i dati dichiarati, la documentazione presentata e la congruità delle spese effettuate, sarà obbligatorio per il Bonus Facciate 2022;
  • Il visto di conformità è obbligatorio per le pratiche dei vari Bonus Casa che consentono la cessione del credito o lo sconto a parte quegli interventi effettuati in regime di edilizia libera o per un importo inferiore ai 10000€;
  • Se si evidenziassero cessioni del credito sospette, il Fisco sospenderà l’efficacia del credito per il tempo di 30 giorni.

Non va dimenticato che pur essendo stato abrogato il Decreto Anti-Frode, tutte le misure di controllo che conteneva sono state integrate dentro la Legge di Bilancio 2022.

Chi beneficia del Bonus Facciate

Vediamo adesso chi può beneficiare delle agevolazioni sull’aliquota del Bonus Facciate 2022. Eccone un elenco specifico:

  • detrazione del 90% per tutte le spese sostenute dal 1 gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2021;
  • detrazione del 60% per tutte le spese sostenute sempre nello stesso periodo.

Per ciò che riguarda i beneficiari non ci sono limiti specifici a parte che siano presenti le seguenti condizioni:

  1. Devono sostenere le spese necessarie per effettuare gli interventi stabiliti;
  2. Essere proprietari dell’immobile tramite un titolo idoneo e regolare;
  3. I soggetti potranno essere residenti o non residenti.

Nello specifico potranno accedere all’agevolazione dell’aliquota:

  • Persone fisiche e titolari di impresa o professionisti;
  • Enti pubblici e privati con attività ad uso commerciale;
  • Società semplici;
  • Associazioni professionali;
  • Contribunenti che sono in grado di conseguire reddito d’impresa.

Tutti coloro invece che hanno un’attività con regime forfettario, non potranno beneficiare del Bonus Facciate 2022 con una detrazione di imposta diretta ma con opzioni diverse da valutare.

Chi sono i soggetti che possono usufruire delle detrazioni

Una volta che si sarà potuto dimostrare di essere proprietari dell’immobile soggetto all’intervento si potrà fare richiesta del bonus. Qui di seguito trovate le condizioni indispensabile per poter usufruire delle detrazioni.

  • Detenere l’immobile attraverso un atto di proprietà o un diritto reale di godimento;
  • Detenere l’immobile in base ad un regolare contratto di affitto o di comodato;

Perfino i familiari potranno richiedere le agevolazioni a parte che siano conviventi con il proprietario dell’immobile stesso e sostengano le spese. Questo vale per:

  • Coniuge;
  • Coppia unita civilmente anche se dello stesso sesso;
  • Conviventi non sposate o unite civilmente;
  • Parenti fino al terzo grado;
  • Parenti affini fino al secondo grado;

Per ciò che riguarda i familiari conviventi è indispensabile precisare che sarà necessario dimostrare che la convivenza era già in essere all’inzio degli interventi previsti o all’erogazione delle spese da sostenere (solo se necessarie prima dell’intervento).

Vale anche se non si stesse parlando di Prima Casa. Non sarà invece consentito per questi casi:

  • Qualora l’immobile sia concesso in locazione o comodato a terzi;
  • Qualora l’immobile non sia ad uso residenziale.

Quali immobili sono compresi nel Bonus Facciate 2022?

Per quanto riguarda gli immobili per cui è previsto il Bonus Facciate le restrizioni sono numerose. L’incenvito fiscale è infatti destinato solo ad immobili già esistenti e non in costruzione. Inoltre gli immobili devono trovarsi in determinate Zon omogenee del Piano Comunale.

Ecco quali:

  • A: centri storici o zone a carattere storico, artistico e pregio ambientale;
  • B: zone residenziali sia parzialmente che totalmente edificate. La superficie interessata non potrà essere minore del 12,5% della stessa superficie fondiaria dell’area e la densità territoriale dovrà essere superiore a 1,5 mc/mq.

Va precisato che i piani comunali non sono sempre uguali fra loro e quindi dovranno essere verificate. Affidarsi ad uno studio tecnico qualificato potrà aiutarvi a non sbagliare.

Non dimenticate inoltre che solo i lavori effettuati sulle facciate saranno ammissibili se visibili da suolo adibito ad uso pubblico. Questo significa che tutti dovranno poter vedere il miglioramento che l’intervento apporterà alla struttura dell’immobile.

Se infatti su un edificio, una sola facciata sarà visibile, si potrà procedere con i lavori di miglioramento solo su quella che risulterà visibile a tutti.

Quali sono gli interventi ammessi col Bonus Facciate 2022

Nel Bonus Facciate 2022 sono ammessi interventi edilizi di recupero o restauro ma solo se riguarderanno le facciate o elementi architettonici presenti sulle stesse. Non avrete limiti di spesa da rispettare ne un limite di detrazione fiscale massimo.

Quali sono le spese che potete effettuare:

  • Consolidamento, rispristino, miglioramento, rinnovo della struttura verticale opaca, pulitura o tinteggiatura dell’intera superficie;
  • Potrete includere balconi, ornamenti, fredi anche solo per tinteggiatura o pulizia;
  • Potrete include anche grondaie, pluviali, parametti e cornicioni e parti impiantistiche presenti sempre nella struttura verticale opaca della facciata.

Se avessi delle spese non necessarie che devo effettuare, posso includerle? Solo in questi casi:

  • Spese per l’acquisto di materiali, spese di progettazione, prestazioni tecniche, perizie, sopralluoghi e rilascio documentazione:
  • Installazione dei ponteggi, smaltimento materiali edili e diritti per l’ottenimento dei titoli abilitativi:
  • IVA, imposta di bollo, tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

Non potete invece includere queste spese:

  • Interventi su facciate non visibili da suolo ad uso pubblico;
  • Interventi su strutture opache orizzontale oppure inclinate come tetti, pavimenti o lastrici solari;
  • Interventi su chiostrine, cavedi, cortili, spazi interni se non sono bisibili da strada ad uso pubblico;
  • Interventi per la sostituzione di vetrate, infissi, grate, cancelli e portoni;
  • Interventi per la riverniciatura di scuri e persiane;
  • Interventi sulle mura di cinta.

Come si può usare il Bonus Facciate 2022?

Ci sono 3 differenti modalità per potere richiedere l’incientivo fiscale legato al Bonus Facciate 2022. Eccole qua:

  • Detrazione diretta tramite Dichiarazione dei Redditi, suddividendo il tutto in 10 quote di pari importo per un periodo di 10 anni;
  • Cessione del credito d’imposta;
  • Sconto immediato in fattura effettuato dalla ditta che eseguirà i lavori.

Naturalmente sarà indispensabile comunicare all’Agenzia delle Entrate quale opzione avrete scelto e si dovrà usare il modello di Comunicazione entro la data del 16 marzo successivo all’anno in cui avrete dovuto sostenere le spese.

In pratica vuol dire che se avete sostenuto delle spese nell’anno 2021, dovrete trasmettere il modello entro e non oltre la data del 7 Aprile 2022.

Quali sono le modalità di pagamento accettate nel Bonus Facciate 2022

Ci sono solo due modalità accettate nel Bonus Facciate 2022 e sono il bonifico bancario oppure postale.

Si potranno effettuare anche online ma il bonifico dovrà contenere queste informazioni fondamentali:

  • Causale del versamento (inserite la Legge n. 160 del 27 Dicembre 2019);
  • Codice Fiscale di chi beneficierà della detrazione;
  • Partita IVA o Codice Fiscale del destinatario del bonifico.

Esistono dei bonifici predisposti? Naturalmente si ma potreste non poter modificare la causale che vi ho indicato sopra.

Qualora foste titolari del reddito d’impresa, non sarete obblifati ad effettuare pagamenti per il Bonus Facciate tramite bonifico.

Quali documenti necessitano per il Bonus Facciate 2022

Una buona notizia è che i documenti necessari per il Bonus Facciate sono ridotti di molto rispetto a quelli necessari per il Superbonus 110%. Non dovrete infatti fare nessuna richiesta specifica ma solamente farne richiesta qui:

  • Dichiarazione dei redditi
  • Comunicazione entro il 16 marzo dell’anno successivo al sostenimento delle spese (scadenza attule al 7 aprile 2022).

Se venissero richiesti documenti per eventunali controlli, conservate sempre questi:

  1. Fatture per le spese sostenute durante l’intervento;
  2. Ricevute dei bonifici effettuati per i pagamenti;
  3. Titolo abitativo e dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che asseveri la congruità di lavori e spese (dovrà essere indicata anche la data inizio lavori);
  4. Accatastamento dell’immobile (anche se in fase di approvazione);
  5. Pagamento dei tribuli locali sugli immobili;
  6. Delibera assemblea e della tabella millesimale di ripartizione delle spese (condomini);
  7. Dichiarazione del consenso agli interventi da parte del proprietario se il beneficiario fosse il detentore, i familiari o conviventi;
  8. Visto di conformità.

Altra documentazione legata ai lavori per il risparmio energetico

Se doveste richiedere agevolazione su interventi effettuati per il miglioramento energetico dell’immobile, dovrete soddisfare criteri ulteriori. Gli interventi dovranno interessare l’edificio dal punto di vista termico o l’intonaco della facciata per più del 10% della SDL.

Dovrete farne comunicazione all’ENEA entro 90 giorni da quando avrete terminato i lavori. Dopodichè dovrete conservare questi documenti:

  1. Documento in originale della scheda descrittiva dell’intervento con codice CPID assegnatovi da ENEA e firma del beneficiario e del tecnico abilitato. Nella scheda dovranno esserci i dati identificativi dell’edificio e del soggetto in causa, tipologia degli interventi effettuati, risparmio energetico ottenibile, costo dell’intervento e spese professionali, importo usato per calcolare la detrazione.
  2. Asseverazione da parte di un tecnico abilitato;
  3. APE in copia;
  4. Schede tecniche dei materiali e componenti usati con marchio CE e DoP indispensabile;
  5. Copia dell’email inviata a ENEA che evidenzi il codice CPID a garanzia della trasmissione di tutta la documentazione.

Source

“https://www.lanuovaitaliaimpianti.it/ecobonus/guida-completa-sul-bonus-facciate-2022/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.fincasaweb.eu/news/2022/06/09/guida-completa-sul-bonus-facciate-2022-adessonews/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.