........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Superbonus: i documenti per il 730 #adessonews #adessonews

?Stampa l’articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)

Stampa articolo PDF

La lista dei documenti da presentare in dichiarazione dei redditi ai fini della detrazione del Superbonus. I documenti da conservare

A seguito dell’emanazione di numerosi atti normativi in materia di Superbonus, volti a contrastare le frodi e vietare le cessioni multiple, riprende quota il vecchio meccanismo che prevede l’utilizzo diretto in dichiarazione, anziché la monetizzazione immediata attraverso lo sconto in fattura o la cessione del credito.

Il contribuente può beneficiare del Superbonus 110% sotto forma di detrazione d’imposta direttamente nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o redditi) o, in alternativa, optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura.

Ricordiamo che la presentazione del modello 730/2022 deve essere effettuata entro il 30 settembre 2022; mentre è slittata (con la conversione in legge del decreto Sostegni ter) al 23 maggio 2022, in luogo del 30 aprile, la data a partire dalla quale è disponibile il modello 730 precompilato (vedi articolo: Come accedere alla dichiarazione precompilata 730 2022).

In caso di detrazione in dichiarazione redditi è necessario esibire una cospicua documentazione: è, quindi, opportuno ricordare l’elenco dei documenti che servono per usufruire del bonus 110 in dichiarazione redditi.

Per orientarti, invece, nel mondo delle detrazioni fiscali in edilizia ti consigliamo la consultazione delle tabelle specifiche per ogni bonus e la guida PDF, nonché il software che supporta il professionista nella corretta gestione della pratica e dei lavori per il Superbonus 110% e per tutti gli altri bonus.

Superbonus in dichiarazione dei redditi 2022

Ai sensi dell’articolo 119, del dl n. 34/2020, per beneficiare dell’agevolazione è possibile portare in detrazione nel modello 730 il 110% delle spese sostenute, a partire dal 1° luglio 2020, da suddividere in 5 rate annuali di pari importo, per l’anno di imposta 2021.

Se l’imposta lorda del contribuente è minore rispetto alla quota del Superbonus annuale, non può essere utilizzata negli anni successivi e non può essere richiesta a rimborso.

Documenti da portare in dichiarazione dei redditi

Di seguito la lista dei documenti da presentare per il Superbonus 110 in caso di detrazione in dichiarazione dei redditi.

Dati riferiti all’immobile

Con riferimento alle spese sostenute dal 1° luglio 2020, bisogna indicare nel quadro E rigo da 61 a 62 del 730/2022 i seguenti dati riferiti all’immobile oggetto dell’intervento:

  • il Comune dove è situato;
  • l’indirizzo;
  • il foglio;
  • la particella ed il subalterno.

Dai codici 30 a 33, i dati relativi alla tipologia dell’intervento:

  • l’anno di spesa;
  • i casi particolari;
  • le spese sostenute, indicate sulla fattura e sui bonifici parlanti;
  • il numero degli aventi diritto alla detrazione.

Documenti circa il titolo di possesso della casa

Tra la documentazione da esibire per avere diritto allo sgravio fiscale, innanzitutto il titolo che giustifica il possesso dell’immobile oggetto dei lavori.

Nel dettaglio, occorre in copia:

  • la visura catastale;
  • il preliminare di compravendita (in caso di lavori su immobile non ancora di proprietà);
  • il certificato stato di famiglia o dichiarazione sostitutiva del familiare convivente con il proprietario dell’immobile dalla data di inizio lavori o dal momento del sostenimento delle spese se antecedente;
  • la dichiarazione di successione se presentata (in caso di immobile ereditato dopo l’esecuzione dei lavori);
  • il contratto di locazione/comodato (in caso di lavori eseguiti in qualità di locatario o comodatario);
  • la sentenza di separazione (in caso di lavori eseguiti in qualità di coniuge assegnatario).

Documenti-circa-la-titolarità-

Documenti per la giustificazione di spesa

Inoltre, bisogna essere in possesso di determinati documenti che giustificano i lavori:

  • dichiarazione amministratore in caso di lavori condominiali (se trattasi di lavori su edifici condominiali);
  • copia delibera assembleare e attestazione natura lavori e i dati catastali degli immobili (solo in caso di condominio minimo – con numero di immobili inferiore a 8), se trattasi di lavori condominiali;
  • titolo abilitativo (CILAS);
  • APE ante e post lavori;
  • asseverazione;
  • scheda descrittiva dei lavori;
  • ricevuta comunicazione ENEA (se trattasi di lavori di risparmio energetico);
  • copia polizza assicurazione tecnico (obbligatoria);
  • consenso del proprietario all’esecuzione dei lavori (in caso di lavori su un immobile tenuto in locazione/comodato);
  • le fatture di spesa;
  • le ricevute dei bonifici “parlanti”;
  • le ricevute dei bollettini per oneri di urbanizzazione.

Pertanto, anche le spese sostenute per il visto di conformità e per le asseverazione sulla congruità delle spese possono essere portate in detrazione (nel 730), al pari dei lavori ammessi al Superbonus 110.

Visto di conformità

In ambito Superbonus 110, le attuali regole prevedono l’obbligo di acquisire il visto di conformità sia nel caso in cui si opti per la cessione credito o sconto in fattura sia in caso di utilizzo nella forma della detrazione fiscale in dichiarazione redditi.

L’obbligo viene meno solo se:

  • la dichiarazione è presentata nella forma della precompilata direttamente dal contribuente;
  • la dichiarazione è presentata tramite sostituto d’imposta.

Considerato che il 730, se presentato tramite Caf o altro intermediario abilitato, richiede già di suo l’apposizione del visto di conformità, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che: le spese riconducibili al visto di conformità Superbonus devono essere separate da quelle per il visto generale.

I chiarimenti arrivano con la circolare n°19/E 2022.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito, infatti, che qualora l’apposizione del visto di conformità Superbonus sia assorbita da quella relativa al visto sull’intera dichiarazione (come accade per il 730 presentato tramite Caf o commercialista), la detrazione per le spese sostenute per il visto di conformità Superbonus è ammessa solo se:

  • tali spese siano separatamente evidenziate nella fattura rilasciata dal chi ha apposto il visto di conformità, poiché solo queste ultime sono detraibili.

Inoltre, è necessario suddividere le spese per il visto relativo al Superbonus in relazione alle diverse tipologie di intervento, in quanto tali spese rientrano nei massimali specifici per ogni singolo intervento.

Asseverazione

Altro documento da esibire in caso di controllo da parte del Fisco è l’asseverazione da parte di un tecnico abilitato, qualora si tratti di lavori di riqualificazione energetica o di interventi antisismici.

Inoltre, è un adempimento necessario se:

  • il bonus è utilizzato come cessione o sconto;
  • il bonus è utilizzato nella forma della detrazione fiscale.

APE

Ricordiamo, inoltre, l’Attestazione di prestazione energetica, APE, ante e post lavori, necessaria per poter dimostrare il miglioramento energetico derivante dagli interventi effettuati.

A tal riguardo ti consigliamo il software per fare l’APE in pochi minuti.

I documenti da conservare

In caso di controlli da parte del Fisco, è necessario conservare la documentazione che attesta l’effettiva spettanza della detrazione. In particolare, l’Agenzia può emettere avvisi di accertamento entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di presentazione del 730.

Ricordiamo che il Superbonus è indicato nel 730 per quote annuali; pertanto è necessario conservare tutta la documentazione fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di presentazione del 730 nel quale è indicato l’ultima quota di detrazione.

Di seguito la lista dei documenti tecnici e amministrativi da conservare a cura del beneficiario dell’agevolazione Superbonus.

Documentazione amministrativa:

  • asseverazione completa degli allegati obbligatori redatta e firmata da un tecnico abilitato. Gli allegati obbligatori sono:
    • APE ante operam;
    • APE post operam;
    • polizza assicurativa con massimale adeguato;
    • fatture delle spese sostenute;
    • computo metrico;
  • stampa in originale della scheda descrittiva degli interventi, riportante il codice CPID (Codice Personale Identificativo) sia per gli interventi condominiali sia per gli interventi nelle unità immobiliari o edifici unifamiliari), firmata dal tecnico abilitato e dal soggetto beneficiario;
  • copia della relazione tecnica, sempre obbligatoria per gli interventi di Superecobonus;
  • APE (Attestato di Prestazione Energetica) di ogni singola unità immobiliare per cui si richiedono le detrazioni nello stato finale e con tutti i servizi energetici presenti nella situazione post intervento;
  • per gli interventi sull’involucro opaco e trasparente: schede tecniche dei materiali, dei componenti/sistemi edilizi e, se prevista, marcatura CE con relative dichiarazioni di prestazione. Nel caso di intervento trainante di coibentazione dell’involucro: anche certificazione CAM e caratteristiche dei materiali isolanti;
  • nel caso di interventi sugli impianti di climatizzazione invernale: schede tecniche dei nuovi generatori di calore e, ove prevista, la certificazione del fornitore delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica;
  • dichiarazione di conformità ai sensi del dm 37/08 nel caso di interventi riguardanti gli impianti.

Documentazione tecnica:

  • titolo edilizio, ove richiesto, in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (SCIA, CILA ecc.);
  • delibera assembleare di approvazione di esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese nel caso di interventi riguardanti le parti comuni condominiali;
  • dichiarazione di consenso da parte del proprietario per i lavori effettuati dal detentore dell’immobile;
  • fatture relative alle spese sostenute ovvero certificazione delle somme corrisposte dal condòmino per gli interventi sulle parti comuni;
  • ricevuta dei bonifici parlanti bancari o postali;
  • stampa della e-mail ricevuta dall’ENEA contenente il codice ASID che costituisce ricevuta che l’asseverazione è stata trasmessa.

 

In allegato la guida dell’Agenzia delle Entrate.

 

usBIM.superbonususBIM.superbonus

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell’edilizia?

Indirizzo articolo: https://biblus.acca.it/superbonus-i-documenti-per-il-730/

Source

“https://biblus.acca.it/superbonus-i-documenti-per-il-730/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.fincasaweb.eu/news/2022/06/09/superbonus-i-documenti-per-il-730-adessonews/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.